Il Formichiere di Cingolani Marcello - Via Cupa n. 31 06034 Foligno (Pg) - Telefono e Telefax 0742 67649 - P.Iva: 03018580542 - Cod.F.: CNGMCL53P17D653Y 
info@ilformichiere.it - Rea Perugia n. 257926 - Codice Inps 24861719719RF

 

La grandine nell'Umbria, con note esplicative e comparative e con illustrazioni

Autore: Bellucci Giuseppe
Categoria Edizioni Il Formichiere di Foligno
Città: Foligno
Collana: Ritorni. Anastatiche & Facsimili
Editore: Il Formichiere
Anno: 2018
Prezzo: € 15

200 p., f.to cm 21x15, ill. b/n, brossura, introduzione e scheda bibliografica di Giancarlo Baronti.  Per quanto riguarda il rischio della perdita dei frutti del lavoro, oltre al tema magico dell’invidia del vicino, del confinante, del passante che fa parte integrante dell’ideologia del malocchio, esiste la possibilità che gli eventi at- mosferici negativi vanifichino in pochi minuti il lavoro di un’intera famiglia e la lascino senza più risorse e speranze nel futuro. Nel mondo contadino l’evento più temuto è sicuramente il temporale, per gli effetti estremamente dannosi che può provocare una grandinata, sia pur di breve durata, sui seminati, sulle messi, sulle vigne e sugli alberi da frutto. Appare pertanto naturale, all’interno della cultura popolare tradizionale, la presenza di un gran numero di pratiche rituali preventive e apotropaiche tese a scongiurare il pericolo della grandine dai campi. Tali pratiche non sono realisticamente orientate, non appaiono cioè conformi alle conoscenze scientifiche che la cultura egemone ha sviluppato riguardo al fenomeno temporalesco ed in particolare alla formazione dei nembi grandiniferi. Non appaiono neppure coerenti con un quadro di riferimento univoco ed omogeneo, magico o religioso che sia. Nello stesso contesto spazio temporale si rinvengono impiegate pratiche rituali che fanno riferimento ad un orizzonte magico ed altre che invece rivelano una chiara impronta religiosa [...] (dalla Introduzione di Giancarlo Baronti

IMMAGINI